L’8 agosto 2010 rimarrà una data storica per il piccolo centro agrigentino, che annovera nel proprio Calendario una delle Feste Sacre più curiose e particolari di Sicilia.

Quest’anno, per la prima volta, si è riscontrato un avvenimento senza precedenti. Infatti il passaggio delle consegne tra Governatori dei festeggiamenti di S. Vincenzo Ferreri è andato nelle mani dell’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Vincenzo Inga.

Ciò con vivo interesse dei cittadini, che nel pomeriggio si sono stretti intorno a lui ed a tutta l’Amministrazione, per una manifestazioe ridondante e convincente nella sua simbologia, che ha mantenuto tutte le connotazioni di questo evento annuale. Esso sta molto a cuore ai calamonacesi, che proprio per tale festa non risparmiano in energie né in denaro. Quindi si è rivelata sfarzosa come sempre la cornice intorno ai roteanti simulacri di S. Michele e S. Giovanni, associati a S. Vincenzo nei festeggiamenti, i quali, trasportati con veemenza e passione tra il religioso ed il profano, animano con le “rigattiate” il momento immediatamente precedente ad un evento attesissimo per un intero anno: quello della gara tra spettacolari, maestosi fuochi d’artificio, aventi l’egida dei due Comitati facenti capo a S. Michele e S. Giovanni, in gara fra loro.

Nonostante le opposte fazioni, non sono mancati momenti di autentica fede, insieme ad esaltazioni di caratterre laico, che portano entrambe in sé le tradizioni del paese, le quali vedono in tre antiche Parrocchie l’origine della devozione contemporanea dei tre Santi. Essi, oggi, fanno riferimento all’unica, ma magnifica Chiesa Madre della cittadina dell’agrigentino.

L’occasione è stata visibilmente festeggiata anche con il Municipio addobbato a festa e che ha mantenuto aperti i battenti per tutta la notte. Tale notte ha visto una straordinaria partecipazione di folla, non solo dal paese, ma anche da tutta la Sicilia ed oltre. Il Sindaco Inga ha accolto questa copiosa presenza di fedeli con grande accoglienza ed ospitalità e con un apposito manifesto che s’ispira all’apertura nei confronti di coloro i quali si stringono con entusiasmo, in questa occasione annuale, intorno alla comunità calamonacese.

Le immagini del passaggio del "Quadro"

"Get the Flash Player" "to see this gallery."